Ecografia cutanea

L'ecografia cutanea o del tessuto sottocutaneo è utile per la diagnosi di neoformazioni a diversa origine, ma anche per scoprire corpi estranei o per incannulare vene difficili sotto guida ecografica. Con gli ultrasuoni riusciamo a caratterizzare la neoformazione per ciò che riguarda la grandezza (diametro longitudinale, trasversale e verticale), la consistenza, liquida, solida o mista, la comprimibilità, i rapporti con le fasce connettivali, la vascolarizzazione interna e perilesionale, la presenza di linfoadenpatie.

Caso clinico:

Paziente asintomatico. Da alcuni anni presenta una piccola tumefazione sulla cute della regione dorsale non dolente, senza segni di infiammazione. Da alcuni mesi la tumefazione è aumentata di volume, senza segni di infiammazione in atto. All'esame ecografico si nota una raccolta ipoecogena disomogenea sottocutanea, di forma allungata in senso orizzontale, senza interessamento dei piani profondi, a margini netti, ombre acustiche laterali e rinforzo posteriore. Vi una comunicazione con una raccolta più superficiale. L'aspetto ecografico depone per cisti sebacea.

Cisti sebacea sottocutanea. Visibile la comunicazione con una raccolta più superficiale.

Caso clinico ed ecografico:

Paziente con due tumefazioni localizzate in regione lombare destra e in regione toracica anteriore sinistra. Lamenta lieve sintomatologia dolorosa saltuaria loco-regionale. All'ecografia si apprezza, in ambedue le lesioni, una neoformazione sotocutanea isoecogena omogenea, al di sopra della fascia connettivale superficiale, ovoidale, ben circoscritta, con maggior asse longitudinale. Segnale color-Doppler assente. Aspetto ecografico compatibile con lipoma in ambedue i casi.
Neoformazione sottocutanea

Quadro ecografico compatibile con lipoma

Esperienza personale