Crea sito

Chi siamo

Benvenuto sul portale di Appunti di Ecografia!
Siamo un gruppo in continua crescita di medici interessati a divulgare informazioni a carattere sanitario ed ecografico a tutti coloro i quali, per vari motivi, ne possano trarre giovamento. Molti dei nostri visitatori ci seguono per interesse personale, perche' sono alla ricerca di informazioni sanitarie, perche' sono studenti o gia' laureati in una delle discipline della facolta' di Medicina e Chirurgia.

Ecografia intestinale

Lo studio ecografico dell'intestino può essere condotto per via transaddominale o per via endocavitaria. Con l'ecografia intestinale transaddominale possiamo studiare le pareti di tutto il tratto gastro-enterico, dal tratto prossimale e distale dell'esofago al retto.

La parete intestinale è visualizzata ecograficamente, dall'esterno verso l'interno, nel modo seguente:

- strato iperecogeno costituito dalla sierosa;

- strato ipoecogeno rappresentato dalla tonaca muscolare propria;

- strato iperecogeno costituito dalla tonaca sottomucosa;

Power Doppler (PDI E DPDI): vediamolo insieme

Rispetto al color Doppler che analizza il segnale ricevuto sulla base delle frequenze e delle loro variazioni, il power Doppler analizza il segnale ricevuto sulla base dell'intensità dell'energia (power) riflessa al trasduttore. Il power Doppler registra un segnale solo se la frequenza ricevuta è diversa da quella emessa, cioè se vi è flusso. Da questo deriva che il power Doppler non può fornire informazioni sulla direzione del flusso ematico. Rispetto al color Doppler il PDI risulta molto sensibile anche per flussi molto lenti.

Ecografia nella patologia renale

Puo' capitare di eseguire una ecografia renale perche' consigliata dal medico curante o per altri motivi. Il rene e' un organo ben visualizzabile all'ecografia, mentre lo sono un po' meno gli ureteri in quanto gli ultrasuoni sono ostacolati dal contenuto gassoso intestinale.

Abbonamento a Appunti di Ecografia RSS