Ecografia ghiandolare

Ghiandole extraddominali

L'ecografia per lo studio del tessuto ghiandolare rappresenta l'indagine strumentale per la diagnosi dei disordini endocrinologici e delle malattie neoplastiche più comuni. Può essere definita l'indagine di primo livello, anche se in molti casi e' diagnostica in modo molto accurato, grazie al notevole apporto di informazioni che può dare, se eseguita con le giuste raccomandazioni e con l'ausilio del color-Doppler.

Per ghiandole extraddominali esaminabili ecograficamente si intendono essenzialmente la tiroide, le paratiroidi, la parotide e la mammella. In questa sezione sono illustrati i principi di base per lo studio delle ghiandole extraddominali, riservando lo studio delle ghiandole addominali nella sezione di ecografia addominale. Di seguito le ghiandole studiate:

Patologia ghiandolare

L'ecografia nella patologia delle ghiandole extraddominali rappresenta, come già detto più sopra, il gold-standard nella diagnosi precoce dei disturbi endocrinologici. L'ecografia della tiroide, ad esempio, può essere richiesta successivamente all'esecuzione di esami ematochimici ormonali oppure può rappresentare, in caso di noduli o gozzi diffusi, l'indicazione ad eseguire ulteriori indagini più specifiche: dosaggio ormonale, scintigrafia, biopsia.

L'ecografia della mammella rappresenta l'esame da prendere in considerazione per importanti peculiarità: è una indagine innocua, quindi prescrivibile anche nelle donne in gravidanza; si presta allo studio delle mammelle dense, laddove incontrano difficoltà i raggi X della mammografia. In genere l'eco mammaria è eseguita insieme alla mammografia e, se occorre, alla risonanza magnetica nucleare. Anche in questo caso, come per la tiroide, gli step successivi al ritrovamento di noduli, sono la biopsia e/o l'asportazione chirurgica con successivo esame istologico. Per approfondire consiglio la lettura di questo lavoro pubblicato su una nota rivista scientifica: Ruolo dell’ecografia mammaria nella diagnosi del carcinoma occulto alla mammografia in donne con seno di elevata densità radiologica. Corsetti V.  et. Al. Radiol Med 2006.

Si rimanda ai rispettivi capitoli la trattazione dei quadri patologici dei singoli organi di seguito elencati:

Ruolo dell’ecografia mammaria nella diagnosi del carcinoma occulto alla mammografia in donne con seno di elevata densità radiologica. Corsetti V.  et. Al. Radiol Med 2006.